Cosa sono gli inchiostri di prova?

Cosa sono gli inchiostri di prova e per cosa possono essere utilizzati? Avrai tutte le risposte a queste diverse domande e molto altro ...

Esiste un metodo molto semplice per determinare la superficie di diversi materiali, utilizzando inchiostri di prova. Si tratta principalmente di plastica, vetro, vari materiali riciclati o compositi. Secondo gli specialisti, questi inchiostri sono gli strumenti migliori per determinare la superficie e per garantire la qualità della produzione. Aiutano a evitare rischi inutili e, in definitiva, garantiscono un risultato soddisfacente.

Perché misurare la tensione superficiale di un materiale?

Prima di qualsiasi operazione di stampa (bianco e nero o meno), è importante assicurarsi che la cartuccia di inchiostro da utilizzare aderisca bene al materiale, sia esso carta o altro. Quindi per le diverse fasi di stampa a inchiostro, verniciatura e incollaggio, il materiale da utilizzare deve essere di natura più o meno idrofila. Quindi in generale, non dovrebbe avere troppa porosità e le più comuni sono:

  • Bicchiere
  • Il tessile
  • La pellicola
  • Eccetera

Al contrario, il materiale da impiegare può non essere bagnabile in acqua o olio. Ciò significa che non offre aderenza, come spesso accade nella produzione di filtri. Per questo è molto importante conoscere la tensione superficiale del materiale, prima di intraprendere qualsiasi operazione. Per raggiungere questo obiettivo, utilizziamo spesso inchiostri di prova. Si tratta di liquidi calibrati che possono essere applicati al materiale (diverso dalla carta) secondo regole specifiche, prima della produzione.

È un metodo per determinare il valore del livello di tensione superficiale del materiale. Successivamente, può essere facilmente misurato ai valori accettati, a seconda del processo di produzione e dell'inchiostro compatibile per avere una buona adesione.

Inchiostri di prova e utilizzo

Come con molti metodi di misurazione, è necessario eseguire un'analisi dei risultati degli inchiostri di prova. In effetti, la tensione superficiale osservata spesso è solo un'approssimazione dello stato del substrato in un determinato momento. Nel tempo, questo valore di tensione superficiale può diminuire. Inoltre, sarebbe saggio esaminare le reazioni degli inchiostri superficiali. Nel caso in cui il liquido spruzzi continuamente la superficie dopo che è stato applicato, la tensione superficiale del materiale in prova è migliore del valore corrispondente.

Il test della cartuccia d'inchiostro viene quindi eseguito più volte con un valore maggiore. L'operazione viene quindi continuata, fino a quando la continuità del film si interrompe e invece si scontra. La tensione superficiale del materiale corrisponde quindi a quella degli ultimi inchiostri di prova utilizzati. Queste sono infatti quelle che servivano a bagnare completamente il materiale per almeno 2 secondi.

In conclusione, gli specialisti raccomandano ancora l'uso di inchiostri di prova. Molto utili per determinare la tensione superficiale del materiale, ti aiuteranno a evitare errori di stampa con la tua stampante Canon. Gli inchiostri di prova sono disponibili in un'ampia varietà, a seconda degli usi e dei materiali. Rivolgiti a professionisti, per beneficiare delle migliori raccomandazioni in materia.

 

Di più da Rivista Prospettive

In quali situazioni devono essere installati i rallentatori?

La sécurité routière est devenue un des enjeux majeurs depuis quelques décennies...
Leggi di più